Cerca nel blog

SHAMPOO SOLIDO PERFETTO! LIMONE E AVOCADO E PER CAPELLI CON MECHES E COLPI DI SOLE - CAPELLI ROVINATI - DECOLORATI


Questo shampoo è il risultato di un'estenuante ricerca della perfezione per i capelli decolorati:
dopo mesi di esperimenti falliti siamo riusciti a creare uno shampoo che combina perfettamente il nutrimento adeguato ai capelli così rovinati e fragili, con la leggerezza necessaria a lasciare il capello morbido e soffice.
Per riuscire a farlo abbiamo coinvolto l'Olio di Avocado, perfetto una volta saponificato per ottenere una buona schiuma detergente e cremosa, le sue parti insaponificabili lo rendono fortificante ed idratante. L'Olio di jojoba che già ci aveva aiutato con lo shampoo Jojoba e pompelmo






Ingredienti:

300 gr olio di oliva
290 gr olio di cocco
250 gr olio di ricino
150 gr olio di jojoba
10 gr olio di avocado
10 ml o.e. limone
10 ml o.e. lavanda
10 ml o.e. bergamotto

eventualmente un cucchiaio di miele colmo da inserire al nastro

137 gr soda caustica (idrossido di sodio)

300 gr acqua

Preparazione:

Usare tutti gli strumenti per la sicurezza delle mani e del viso.
Pesare gli oli in una pentola se è inverno, un secchio se è estate e l'olio di cocco è già liquido. Se è inverno, fate fondere l'olio di cocco nella pentola facendola un po' scaldare.
Quando avrete tutti gli oli pesati insieme e liquidi, pesate anche la soda caustica in una brocca e l'acqua in un altro contenitore resistente al calore.
Preparare il frullatore ad immersione pronto all'uso vicino al secchio o alla pentola, misurare gli oli essenziali e tenerli a portata di mano. Preparare anche gli stampi scelti.
Quindi versare la soda nell'acqua e lasciare che tutte le scaglie si sciolgano in acqua: la temperatura della soluzione di acqua e soda caustica è molto alta, si arriva a circa 90°, aiutate la soluzione mescolando un po'.
Poi versare la soluzione negli oli, frullare per qualche minuto, fino a che il composto non cominci ad addensarsi (momento del nastro accennato), poi inserire gli oli essanziali e frullare ancora, fino a che il composto non assomigli ad una maionese e si possa "scrivere" sulla superficie (momento del nastro).
Versare velocemente il composto negli stampi, coprire con una coperta o inserire in una borsa termica, lo stampo dovrà rimanere al caldo per 24 ore, sprigionerà naturalmente calore dal suo interno, che non dovrà essere disperso.
Dopo 24 ore si sforma il sapone e lo si lascia in luogo fresco ed asciutto per due mesi.
Al termine della stagionatura avrete il vostro perfetto shampoo solido per capelli decolorati!

Licenza Creative Commons
www.glialchimisti.com di Claudia Ferretti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at https://www.glialchimisti.com/.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso info@glialchimisti.com.

8 commenti:

  1. Ciao Claudia sono ancora io! ;) una domanda, ma il miele in che momento va aggiunto all'acqua di reazione? Prima di mettere la soda oppure dopo? Perché ho letto che il miele con il calore perde le sue proprietà. Grazie mille ciao a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho messo al nastro, fai così!
      Ciao, buon lavoro!

      Elimina
    2. grazie di nuovo Claudia! a presto!

      Elimina
    3. Grazie a te, mi sono accorta nel frattempo che in ricetta avevo sbagliato a scrivere e non lo avevo messo al nastro...grazie a te ho rimediato alla svista!

      Elimina
  2. Ciao Claudia sono nuova, ma sono nel mondo dei detergenti fai da te da un anno ormai, ma lo shampo non mi sono ancora decisa, in questa ricetta come posso sostituire l'olio di avocado? Grazie se vorrai darmi una risposta.
    Ti faccio i miei complimenti, e ti ringrazio per illuminarci in questo mondo Seve

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, scusa il ritardo nella risposta, puoi sostituirlo con il burro di karité, cambiando però il calcolo della soda caustica visto che il karité ha numero di saponificazione 0.128 e l'avocado 0.134 in alternativa puoi aumentare la dose di olio di oliva, ma lo stesso devi ricalcolare la dosa di soda. Buon lavoro!

      Elimina
  3. Voglio fabbricarmi lo shampoo ma la soda caustica non aggredisce i capelli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, la soda caustica nel sapone finito non c'è più. La reazione di saponificazione trasforma sia la soda caustica che l'olio in una sostanza diversa e dalle caratteristiche estremamente differenti: il sapone.

      Elimina

IN EVIDENZA:

DOPOSOLE CREMA-GEL ALOE VERA, LAVANDA E MONOI

Adorabile doposole, freschissimo e idratante. Rinnova la pelle cotta dal sole rinfrescandola e nutrendola. Contiene Monoi di T...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

LE RICETTE PIU' POPOLARI DI SEMPRE:

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE: PER CONTINUARE A CONDIVIDERE RICETTE PER UN MONDO MIGLIORE!

ACQUISTA IL NOSTRO LIBRO SU AMAZON