CHI SIAMO?

Siamo moderni alchimisti, ma non cerchiamo la formula per trasformare tutto in oro... bensì quella per vivere in modo sostenibile senza rinunciare a qualche frivolezza... ci piace condividere la nostra esperienza di ricerca su come "fare da sé" quello di cui abbiamo bisogno, nel modo più pratico, ecologico, sano, semplice ed economico: le nostre ricette sono eseguibili da chiunque, non c'è bisogno di avere ingredienti introvabili, danno sempre risultati ineguagliabili rispetto ai prodotti in commercio. Lavatevi con un sapone fatto in casa, trattate i vostri capelli con i nostri shampoo solidi, provate un modo nuovo di pulire la vostra casa: resterete sorpresi da quanto efficace e piacevole sia "fare da sé" in modo ecologico!
E se volete un aiuto in più: partecipate ai nostri corsi! Ne teniamo ovunque e con ottimi risultati...
Buon lavoro!
Claudia e Cristiano

CORSO DI SAPONE

domenica 1 maggio 2011

SHAMPOO RIEQUILIBRANTE LEGGERO - con olio di jojoba, pompelmo e cera d'api



Shampoo solido riequilibrante per una sensazione di leggerezza sui capelli grassi ma rovinati. 
Per capelli morbidi e bellissimi, senza appesantirli. 

Con Olio di Jojoba, Cera d'Api, Pompelmo e Menta.

Shampoo solido riequilibrante per capelli grassi ma rovinati, trattati.
L'Olio di Jojoba ha una composizione particolarmente simile a quella del sebo normalmente presente sulla nostra pelle, esso nutre e idrata la pelle senza risultare unto e senza appesantire: usato come componente di uno shampoo svolge la stessa azione ristabilendo l'equilibrio tra idratazione e leggerezza nei capelli grassi e trattati per risultati sorprendenti in uno shampoo naturale artigianale.
La Cera d'Api ristruttura i capelli danneggiati rendendo morbidi anche i capelli più crespi.
L'olio essenziale di pompelmo è rinvigorente e dona una piacevolissima sensazione di freschezza, il Limone e  la Menta sono purificanti e riequilibranti per cute con problemi: adorerete il profumo di questo shampoo quasi quanto la sua efficacia!


Utilizzo:

Lo shampoo solido è molto più pratico nell’utilizzo e più compatto nel trasporto dei tradizionali shampoo liquidi.
Istruzioni d’uso: strofinare lo shampoo solido sui capelli bagnati fino a ottenere una ricca schiuma, massaggiare con le dita, risciacquare bene, eventualmente ripetere.
Per chi ha una vita attiva, questo shampoo solido può egregiamente sostituire il docciashampoo poiché è anche un ottimo sapone riequilibrante idratante per tutto il corpo.

Ricetta per 1 kg di grassi:

INGREDIENTI:

gr 305 olio di oliva
gr 300 olio di cocco
gr 230 olio di ricino
gr 150 olio di jojoba
gr  15 cera d'api

gr 236 acqua

gr 133 idrossido di sodio (soda caustica)

ml 7 o.e. pompelmo
ml 6 o.e. menta
ml 6 o.e. limone




Preparare la soluzione di acqua e soda caustica (facendo attenzione a non ustionarsi: usare i guanti e magari una mascherina), quando la soda è sciolta, lasciare raffreddare fino a una temperatura di circa 40°.
Mentre la soluzione raffredda, far sciogliere la cera e l'olio di cocco, pesare poi in una pentola d'acciaio tutti i grassi e farli scaldare fino a raggiunere una temperatura di 50°.
Preparare intanto, in un piccolo contenitore a parte, tutti gli oli essenziali miscelati insieme.
Quando tutto è a temperatura, versare la soluzione della soda nella pentola dei grassi, dare qualche mescolata con un cucchiaio, quindi procedere a miscelare tutto con il frullatore ad immersione.
Dopo poco tempo il composto di addenserà, appena la consistenza diventa simile a quella della maionese, e si può "scrivere" sulla superficie del sapone (momento del "nastro"), fermarsi, aggiungere gli oli essenziali, mescolare ancora un po' e versare il composto nello stampo o negli stampi scelti.
Avvolgere gli stampi in una coperta e custodire al caldo (vicino ad un termosifone d'inverno, o comunque al caldo) per diverse ore. Dopo un giorno, sformare il sapone e lasciarlo in un luogo fresco asciutto e arieggiato a essicare per circa due mesi.

SE USI GLI SHAMPOO NATURALI SOLIDI NON HAI BISOGNO DEL BALSAMO PERCHÉ ESSI NON INARIDISCONO I CAPELLI COME INVECE FANNO I TRADIZIONALI SHAMPOO CON TENSIOATTIVI SINTETICI!
OLTRETUTTO NON ABBIAMO ANCORA TROVATO UN BALSAMO DOPO-SHAMPOO REALMENTE ECOLOGICO...

24 commenti:

  1. Occorre fare molta attenzione perchè, inizialmente, l'alta temperatura dei grassi non fa addensare in fretta la mistura, quando però inizia ad ammassare lo fa improvvisamente e velocemente, quindi alla prima avvisaglia di ammassamento occorre fermarsi immediatamente dal frullare, versare gli oli essenziali e mescolare ancora pochissimo con due o tre colpetti di frullatore. Versare negli stampi con celerità!

    RispondiElimina
  2. Mi sono sempre chiesta come mai le saponette in genere siano adatte alla detersione della pelle o dei capelli quindi anche cute e parti intime in quanto hanno ph basico mentre la pelle ha ph neutro se non acido..?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sapone emulsiona il grasso-sporco, poi si risciacqua, senza lasciare alcun residuo basico sulla pelle, semplicemente così... da millenni... Quanto possa essere utile alla propria salute invece utilizzare prodotti di sintesi che hanno lo stesso PH della pelle, certamente, ma che comunque vengono risciacquati, e che nella loro produzione comportano molta lavorazione in più (più energia, più materie prime) e magari anche più rifiuti (flaconi etc..) non saprei...anzi lo so.... E' meglio il sapone naturale.

      Elimina
  3. Ciao Claudia, volevo provare a farlo ma ho un dubbio : è giusto il valore della soda? a me, senza sconto, risulterebbe 136g, è un refuso o è voluto così ?
    Attendo lumi prima di procedere :-D
    Eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, scusa per il ritardo nella risposta, la domanda era finita nel dimenticatoio... Allora ho rifatto i conti ed in effetti c'è un errore, la soda è davvero troppa, non so perchè abbiamo scritto questo numero, probabilmente è stato un errore di trascrizione della ricetta... Il numero giusto però non è 136, bensì 143:
      Oliva 305x0,133=40,6
      Cocco 300x0,178=53,4
      Ricino 230x0,127=29,2
      Jojoba 150x0,064=19,6
      Cera api 15x0,067=1,005

      Elimina
    2. Mi ricorreggo: la jojoba dà 9,6 e non 19,6 dunque il totale è 133!

      Elimina
  4. CIAO, HO TUTTI GLI INGREDIENTI PER FARLO, MA HO UN DUBBIO: LA CERA D'API VA BENE GREZZA?
    MARIKA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente! Buona preparazione!

      Elimina
    2. L'HO APPENA TIRATO FUORI DALLO STAMPO, IL PROFUMO E'BUONISSIMO...ORA NON VEDO L'ORA DI PROVARLO, ASPETTARE DUE MESI NON SARA' FACILE!!! GRAZIE MILLE!

      Elimina
  5. Ciao, vorrei fare questo sapone ma ho lo stesso dubbio di Eleonora: la soda non e' troppa? Grazie. Rori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per aver rifatto la domanda, avevamo dimenticato quella di eleonora... Di seguito alla sua domanda trovi la risposta, che ti riassumo: la soda è effettivamente troppa, il numero giusto è 143... Nel frattempo correggo la ricetta. Buona serata e grazie ancora!

      Elimina
  6. Ciao, ho una tabella indici SAP un po' diversa dalla quella che usi tu: la mia dà un valore di 135,395, la tua da 133,78 (ti è "scappato" un 1 per l'olio di Jojoba)ma a parte questo la domanda è: non sconti la soda? Se si sconta al 5% il valore diventa, rapportato alla tua tabella, di 127,091, se si sconta del 6% il valore è di 125,753. Che ne dici? Secondo te quale sconto è meglio applicare per questo tipo di shampoo?
    Avevo fatto lo shampoo "nutriente e lucidante" che per me è meraviglioso, ma io, essendo in menopausa, ho pelle e capelli molto secchi, mentre mia figlia dice che va benissimo sulle punte (ha i capelli molto lunghi) ma che le "ingrassa" troppo la cute per cui pensavo di farle quest'altro, che ne pensi? Magari usando al posto dell'acqua un decotto di ortiche con infuso di rosmarino. Grazie Rori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie ancora per la nuova correzione! La soda non si sconta in questa ricetta, come per quasi tutte le ricette di shampoo solido, proprio perchè altrimenti rischia di appesantire i capelli che non sono troppo secchi. Mi sembra un'ottima scelta perchè è il mio shampoo preferito ed ho i capelli secchi sulle punte e grassini alla radice: è anche una delle migliori ricette di shampoo solido in assoluto per quasi tutti i capelli...

      Elimina
  7. Ciao, io ho i seguenti ingredienti: olio di oliva, arachide, girasole ,mandorle e e poco jojoba (30 gr). Si può fare uno sciampo?
    Grazie Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, di solito nello shampoo servono olio di cocco e ricino...

      Elimina
  8. CIAO CLAUDIA, IO AVEVO FATTO LO SHAMPOO PRIMA DELLA CORREZZIONE DELLA SODA,SARA' UN PROBLEMA?
    MARIKA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, mi dispiace moltissimo... Probabilmente sarà un po' troppo basico: prova a misurarne il PH, se è intorno a 9 va bene, se no è meglio se lo rilavori aggiungendo un po' di olio di oliva o se lo usi per lavare i panni (è un ottimo pretrattate anti macchie!)

      Elimina
    2. p.s. non mi ricordo la quantità della soda che era scritta nella ricetta originale, per caso te la ricordi? scusami, ma è passato il tempo necessario per la stagionatura e intendevo provarlo questi giorni, appena posso comunque, mi procuro il materiale per misurare il ph. grazie ancora

      Elimina
  9. ciao, e se magari lo sciogliessi per farlo liquido, bollendo cambierebbe qualcosa? altrimenti come dovrei fare per rilavorarlo? Grazie ancora
    marika

    RispondiElimina
  10. Ciao, volevo fare questo shampoo solido, questa ricetta è corretta??? E' quella definitiva?
    gr 305 olio di oliva
    gr 300 olio di cocco
    gr 230 olio di ricino
    gr 150 olio di jojoba
    gr 15 cera d'api
    gr 236 acqua
    gr 133 idrossido di sodio (soda caustica)
    Grazie

    RispondiElimina
  11. Ciao Claudia. Innanzitutto complimenti per tutte le tue ricette, penso che siano molto utili.
    Sono una principiante, ma volevo provare ugualmente a farmi lo shampoo solido, perché sono allergica ai prodotti della grande distribuzione e non posso permettermi i prodotti ecobio poiché sono davvero troppo costosi. Ho già provato a fare il sapone all'olio d'oliva e lavanda e mi ci trovo bene. Volevo sapere se la ricetta per fare questo shampoo va bene.
    gr 305 olio di oliva
    gr 300 olio di cocco
    gr 230 olio di ricino
    gr 150 olio di jojoba
    gr 15 cera d'api
    gr 236 acqua
    gr 133 idrossido di sodio (soda caustica)
    Grazie mille.
    Rossana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sì, la ricetta è stata corretta anche nel post originale, dunque è come l'hai trascritta tu... vedrai che questo shampoo ti farà innamorare, per me è il migliore mai provato! (i miei capelli sono normali-grassi)
      Stai attenta al momento del nastro a non far ammassare il composto troppo in fretta, per il resto...buona preparazione!

      Elimina
  12. Ciao con cosa si può sostituire la cera d'api? Non riesco a trovarla da nessuna parte e non voglio fare acquisti on line.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, visto che serve a dare consistenza e durezza allo shampoo, puoi provare a sostituirla con il burro di cacao, che ha circa le stesse caratteristiche. Lo puoi trovare facilmente nelle drogherie che vendono ingredienti per dolci. Buon lavoro...fammi sapere come riesce lo shampoo. Se risultasse insoddisfacente ricorda che sarà sempre e comunque un ottimo sapone per il corpo e le mani...

      Elimina

il nostro blog di riflessioni ed informazioni:

Seguici! Clicca qui sotto per diventare un lettore fisso del nostro blog!