Shampoo solido camomilla e salvia per capelli decolorati

 Questa ricetta di sapone shampoo unisce le proprietà di diversi ingredienti, tutti speciali per i capelli fragili, decolorati, a cute grassa e punte secche. La salvia è ottima anche per i capelli deboli e si usa come anticaduta, quindi, come sempre con gli ingredienti naturali, la versatilità è davvero una delle caratteristiche di questo shampoo.

Contiene ylang ylang, camomilla e rosmarino che sono tra gli oli essenziali più conosciuti per i loro benefici per i capelli, la salvia come rinforzante e anticaduta, l'olio di jojoba per rendere questo sapone shampoo molto indicato ai capelli trattati con decolorazione: li rende puliti senza seccarli e senza appesantirli.

In ricetta c'è la mica di un colore quasi viola (blu ultramarine) perchè volevo fosse anche antigiallo, ma non ha questa funzione perchè la schiumetta è bianca nonostante l'elevata quantità di colore inserito. Il colorante quindi è facoltativo e completamente a discrezione di chi prepara.

Ingredienti

  • olio di oliva 300 gr
  • olio di ricino 300 gr
  • olio di cocco 300 gr
  • olio di jojoba 100 gr
  • idrossido di sodio 143 gr (ho scontato del 2% perchè questo shampoo è per capelli molto fragili e decolorati)
  • infuso di camomilla e salvia 300 gr
  • mica viola o blu ultramarine 1 cucchiaino da té
  • olio essenziale di rosmarino 10 ml
  • olio essenziale di ylang ylang 10 ml 
  • olio essenziale di camomilla 5 ml
  • olio essenziale di salvia 5 ml
(se vi manca qualche olio essenziale ne mettete solo un po' di più di quelli che avete)

Preparazione

Per questa preparazione consiglio il metodo a freddo classico, portando gli oli a 50 gradi e tenendo la soluzione soda/acqua a almeno 48 gradi, soprattutto d'inverno.

Nel video che vi mostro io ho usato il metodo interamente a freddo, ma il sapone si è un po' ammassato e non è venuto bellissimo, anche se è perfettamente funzionale e attualmente è il mio sapone shampoo preferito!

  1. preparare gli ingredienti pesati e misurati: la mica viola o blu va miscelata con un po' di oli già pesati per evitare grumi, si mescola bene prima di iniziare la preparazione; l'infuso va preparato prima e lasciato raffreddare un po';
  2. indossare guanti e mascherina;
  3. versare la soda nell'infuso e mescolare finchè le scaglia siano sciolte;
  4. mettere a scaldare gli oli fino a circa 50 gradi, nel frattempo controllare la temperatura della soluzione che deve arrivare a 49-48 gradi non meno;
  5. quando entrambi sono a temperatura, versare la soluzione negli oli e frullare pochissimo con il frullatore a immersione, due o tre frullate;
  6. versare nella pasta di sapone gli oli essenziali e la mica sciolta in olio;
  7. frullare ancora solo il tempo necessario a uniformare tutto;
  8. versare negli stampi;
  9. lasciare in luogo caldo e al riparo da persone, bambini, animali per 24 ore;
  10. sformare e mettere in luodo fresco e asciutto a essicare per 2 mesi.

Seguimi su Instagram per vedere altre ricette in tempo reale e avere consigli e suggerimenti sull'autoproduzione!

Seguimi su Instagram




Claudia Ferretti

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

2 commenti:

  1. Attenzione che uno sconto del 2% di soda può risultare abbastanza aggressivo per la pelle o capelli... Da quel che so si usa uno sconto del 5% almeno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui capelli grassi uno sconto del 5% è troppo. Il sapone naturale non è aggressivo neanche se scontato a 0, perchè la soda si trasforma interamente e il tensioattivo che ne consegue è molto più delicato di tutti gli altri prodotti sinteticamente.

      Elimina