lunedì 7 aprile 2014

CREMA LEGGERA FLUIDA PER IL VISO - BASE

Presentiamo una leggera emulsione, estremamente versatile, può essere personalizzata per tutte le
 esigenze modificando l'olio di base e gli oli essenziali.
E' emulsionata solo con lecitina di soja, il che ci consente di inserire una quantità maggiore di acqua e di renderla molto leggera.

In questa versione si tratta di una crema che va bene un po' per tutti i tipi di pelle, abbiamo utilizzato l'olio di mandorle che non è molto costoso ma è un prezioso alleato di bellezza. Potrete modificarla utilizzando olio di riso, ad esempio, per renderla più adatta alle pelli mature, oppure olio di jojoba, di anguria o di nocciole per renderla più adatta alle pelli miste e grasse.
Anche gli oli essenziali vi aiuteranno nel caratterizzarla. Noi abbiamo invece scelto di non dare particolari qualità con gli oli essenziali ma di optare per il profumo che più ci piace: quello della mandorla amara.
Al posto dell'acqua invece, vi potrete inventare ricette che utilizzino infusi, idrolati o altri liquidi acquosi.
Ingredienti per 100 gr:

44 gr olio di mandorle
44 gr acqua
12 gr lecitina

20 gocce di o.e. mandorla amara

Far bollire un po' di acqua (più di 44 gr...almeno 60, 70 gr) per almeno cinque minuti; pesatene poi separatamente 12 gr in un bicchiere da minipimer (cilindrico alto) oppure in una brocca piccola, la restante acqua, che peserete e dovrà essere 32 gr, la terrete da parte in una ciotolina o brocca.
Lasciate raffreddare completamente l'acqua bollita.
Pesate la lecitina versandola direttamente nel bicchiere del minipimer dove avete già messo i 12 gr di acqua bollita e raffreddata.
Mescolate per un po', facendo sciogliere la lecitina nell'acqua, poi aggiungete l'olio di mandorle, pesando anch'esso direttamente nel bicchiere: mescolate molto bene cercando di far emulsionare l'acqua e l'olio. 
Inserite a questo punto anche l'olio essenziale.
Mettete poi il bicchiere nel frigorifero, lasciando il composto 10 minuti a raffreddarsi.
Quindi tirarlo fuori, prendere il minipimer, iniziare a frullare aggiungendo nel contempo la restante acqua (32 gr) un cucchiaio per volta (potete anche versarla a piccoli getti che equivalgano circa ad un cucchiaio), ogni volta che aggiungete acqua dovete frullare fino a che non sia perfettamente emulsionata e sembri maionese. 
Potrebbe capitare che il frullatore scaldandosi faccia smontare l'emulsione: sarebbe meglio evitarlo, ma se accadesse, mettete tutto in frigorifero, lasciatecelo mezz'ora almeno e poi riprovate, se ancora non si rimonta, aggiungete pochi grammi di lecitina.
Questo può avvenire perché la lecitina è molto, molto, instabile agli sbalzi di temperatura, quindi dovrete avere anche l'accorgimento di non farne subire alla crema, una volta fatta.
La crema a questo punto può avere due consistenze: o essere tipo maionese, ed è la più gradevole da vedere e da toccare ma è la versione più instabile perché potrebbe senza particolari motivi diventare fluida; oppure essere già una crema fluida, piuttosto stabile, da inflazionare in un dispenser o (ancor meglio) in un tecnologico flacone airless.
La nostra è venuta fluida. Ma dopo giorni è tutt'ora in piedi, molto stabile, favolosa per la sua leggerezza e davvero adatta alla stagione estiva.

31 commenti:

  1. Carissima Claudia ciao. Io ho solo la lecitina in granuli. Come posso fare? In così poca acqua non si è sciolta anche se l'ho lasciata in "ammollo" per mezzora. Ho chiesto in farmacia la lecitina liquida ma mi hanno guardato come fossi una aliena!!!!!! Adesso che arriva un po' di caldo vorrei proprio fare questa crema con olio di riso e infuso di calendula. Mi aiuti per favore? Grazie mille per la tua sempre disponibilità. Un abbraccio. Fafy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare: anche io l'ho fatta con la lecitina in granuli. Non serve che si sciolga del tutto, è sufficiente che si ammorbidisca per qualche minuto...ci pensa il frullatore poi a sistemare tutto. Comunque altre volte ho fatto sciogliere la lecitina per bene e in effetti ci vogliono almeno due ore! Quella liquida credo si trovi solo online...e non saprei neanche che dosi usare con quella...

      Elimina
  2. Ottima!!! non avevo ancora trovato una crema autoprodotta adatta alla mia pelle mista.. questa è speciale!! aggiunti olio di neem e o.e. di lavanda al posto dell'o.e. di mandorla amara. Grazie!!

    RispondiElimina
  3. Ciau Claudia. Fatta seguendo le Tue indicazione e precisazioni. Ultime due domande: si deve conservare in frigorifero e quanto resiste? Se invece inverto il procedimento mettendo cioè la lecitina in tutta l'acqua, lasciardola ammorbidire e poi aggiungo poco per volta l'olio combino un pasticcio o......? Però con l'olio di riso è buonissima. Ma l'ho fattta anche con l'olio di mandorle. Ad essere sincera non so proprio quale preferire perchè sono eccezionali tutte e due. Grazie mille e scusami il disturbo. Un abbraccio grande (p.s. anche la mia nipotina ti ringrazia. La tua pasta protettiva è il suo must per non avere le irritazioni da pannolino!!!!!!!). Kiss. Fafy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Io la conservo fuori dal frigorifero, adesso che è primavera ed in casa non fa molto caldo, più o meno dura un mese. Dipende molto dal grado di contaminazione dell'acqua usata e del flacone in cui la si invasata. Non ti preoccupare perché qualora andasse a male te ne accorgeresti dall'odore! Credo sia lo stesso anche invertendo il procedimento, ma non ho mai provato, forse potrebbe essere meglio perché assomiglierebbe di più alla creazione della maionese? Ci sto pensando adesso mentre scrivo ed in effetti forse potrebbe rendere più semplice l'emulsione. Proveremo...
      Grazie ancora per tutto, e un abbraccio alla nipotina!

      Elimina
  4. Ciao, molto belle le tue ricette, tutte da provare! ho letto che la lecitina per essere tritata più fine va messa in freezer per un po'. Ti risulta? Grazie mille...Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha senso perché la lecitina è piuttosto "gommosa" e sicuramente messa in freezer e resa dunque più friabile potrebbe essere tritata più facilmente. Però ai fini di questa ricetta non serve: ti assicuro che il procedimento descritto è più che sufficiente perché si sciolga una volta frullata ed emulsioni come si deve...
      Grazie e buon lavoro!

      Elimina
  5. ho provato afare questa crema fluida con olio di riso e 6 grammi di olio extra vergine d'olliva.Il risultato mi sembrava a dir poco ottimo,solo che a distanza di qualche ora e adesso a distanza di 18 ore si è verificato che fuoriesce una parte di olio e il vasetto si presenta coperto d'olio e la crema sotto.Che faccio provo a frullare di nuovo tutto'?mi dispiacerebbe buttare tutto anche perchè ho aggiunto alcune gocce di olio essenziale di maleleuca.Come posso recuperare?Grazie mille di tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, spero tu non abbia ancora buttato via nulla: la lecitina è un emulsionante molto molto delicato, basta il calore del frullatore, oppure un lieve sbalzo di temperatura nell'ambiente per farla destabilizzare soprattutto all'inizio. Devi cercare di raffreddare tutto e mescolare lentamente con una piccola frusta fino a che non torni emulsionata, te ne accorgi perché sembra maionese, anche se può essere un po' più liquida della maionese. La devi poi conservare in un flacone col dosatore come quello in foto. Una volta riemulsionata e stabilizzata lo rimane.

      Elimina
    2. Ho fatto la tua crema stamattina usando solo 10 gocce di o.e di lavanda perchè avevo solo quella oltre alla tee tree.Credo di aver fatto bene perchè già così ha un profumo fortissimo! ma l'olio essenziale ha solo lo scopo di profumare?perchè stavo pensando a mio figlio che soffre di eczema : se la preparassi con la tee tree sarebbe anche curativa oltre che idratante giusto?
      grazie comunque per la disponibilità mi si è aperto un mondo nuovo.
      Nunzia da Como

      Elimina
    3. Sì, usa pure gli oli essenziali anche come principi attivi: vedrai ottimi risultati. Buon lavoro!

      Elimina
    4. attenzione a non esagerare con o.e. perchè sono farmaci veri e propri (possono anche intossicare) e non servono solo a profumare ma anche a dare una valenza e funzione al prodotto per cui massimo 25gocce (anche miscelate tra loro) per 100gr di crema vale a dire quasi farmaco all1%

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  6. salve Claudia,ho rifatto per la seconda volta questa crema.La prima volta dopo che era fuoriuscito l'olio e averla riemulsionata di nuovo seguendo il tuo consiglio si è rovinata, ha cominciato a fare un odore strano e a fare schiuma quindi è andata a .male.Come ti dicevo l'ho rifatta per la seconda e anche stavolta mi e fuoriuscito l'olio ma non puzza. che faccio provo a rimescolare di nuovo o la usi così com'è.Ma dov'è che sbaglio?Grazie sempre per il tempo che ci dedichi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo: questi sintomi sono quelli di una crema che non si è emulsionata bene, potresti aver aggiunto acqua calda alla miscela che hai tirato fuori dal frigo? Oppure la hai aggiunta in dosi troppo grandi (non un cucchiaio per volta ma magari di più?). Magari hai misurato gli ingredienti un po' a spanne e non molto precisamente?
      Fammi sapere, e prova comunque a rimescolare, che non guasta!

      Elimina
  7. Se facessi il lecimix, quanto ne dovrei mettere? Sempre 12 grammi? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, il lecimix è la lecitina già liquida? semmai dipende da quanta lecitina e quanta acqua contiene...non lo abbiamo mai usato! fai qualche esperimento e poi fammi sapere!

      Elimina
  8. Ciao, l'olio di vinaccioli andrebbe bene per la mia pelle mista? Eventualmente si potrebbero mischiare più olii (vinaccioli+argan, mandorle+rosa mosqueta, ecc)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche quello di jojoba o quello di nocciole. Prova... Puoi anche mischiare più oli, magari in una crema per la notte metti argan e rosa mosqueta insieme alle mandorle, invece per il giorno ne fai una solo di jojoba o vinaccioli o nocciola (o tutti e tre!).
      Buon lavoro!

      Elimina
  9. Ciao Claudia,
    vorrei aggiungere un po' di tocoferolo a questa crema, diciamo 1 grammo o meno, secondo te
    l'emulsione reggerebbe bene? In tal caso dovrei scioglierlo in un po' di olio e considerarlo nei 44 grammi totali di olio?
    Il pH va controllato? Grazie mille,
    Veronica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere lo inserisco alla fine e non lo conteggio...ma ciò che scrivi tu è comunque corretto. L"'unica controindicazione è che se per caso gli oli si scaldano troppo, la vitamina svanisce. Per questo lo metto all'ultimo.

      Elimina
  10. Ciao,
    l'ho fatta ieri sera ed è venuta molto bene un po' fluida però mi piace molto,ho aggiunto 1 ml di tocoferolo più 1 ml anti-age (bio-remodelant,aromazone) ho misurato il ph 5.5. Davvero ottima! Grazie mille!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per il feedback! e per i suggerimenti. baci!

      Elimina
  11. Se usassi acqua distillata devo farla bollire lo stesso? Oppure l'acqua distillata è controindicata? Grazie se vorrai rispondermi e per tutti i preziosi consigli che trovoin questo sito.

    Fulvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie a te, l'acqua distillata in realtà è consigliata, io non la inserisco perchè voglio rendere le ricette il più semplici possibile e dimostrare come con poco si possa ottenere molto...
      Ma se la vuoi usare è meglio!
      Essendo distillata dovrebbe già essere stata alla temperatura necessaria a sterilizzarsi.

      Elimina
  12. Ho fatto questa crema: la trovo ottima e abbastanza semplice da fare. Sono ai primi spignatti e sono molto soddisfatta. Ho notato che non hai misurato il ph, non è necessario?
    Grazie per le vostre ricette.
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non lo misuro perché gli ingredienti che uso sono neutri, quindi sono certa che il ph sia neutro, per amore di scienza e curiosità comunque puoi farlo!
      Buon lavoro!

      Elimina
  13. Ciao, con i 44 gr di acqua posso fare infuso di calendula o meglio che sia solo acqua? Grazie.

    RispondiElimina

Cerca nel blog

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...