Cerca nel blog

venerdì 13 settembre 2013

DENTIFRICIO SBIANCANTE DELICATO con MENTA PIPERITA e STEVIA

Ricetta per creare in casa un dentifricio delicato ed efficace, freschissimo, sbiancante
adatto anche ai bambini perchè non contiene fluoro né tensioattivi sintetici.

Una volta provato non sopporterete più i tradizionali dentrifrici, che sono "tutta schiuma e niente arrosto", infatti solitamente ci inondano la bocca di schiuma, ma poi ci ritrovamo con un cattivo sapore in bocca e i denti non perfettamente puliti: spesso anche le gengive sono doloranti a contatto con l'acqua fredda del risciacquo.
Sembra un miracolo, invece è solo buonsenso, creare un dentifricio in casa senza inquinare e migliorando la salute della nostra bocca.
Contiene bicarbonato di sodio per ottenere l'effetto sbiancante e ripristinare il ph della bocca, carbonato di calcio come leggero abrasivo, stevia per dolcificarlo e renderlo gradevole anche ai bambini, olio essenziale di menta piperita per rinfrescare la bocca in modo esplosivo!

Ingredienti per 100 gr:
32 gr bicarbonato di sodio
31 gr carbonato di calcio
32 gr glicerina vegetale
5 gr di stevia
20 gocce di o.e. di menta piperita (si può aumentare o diminuire a piacere)
Se non avete la menta piperita o non vi piace, ottimi sostituti sono: anice (sa di liquirizia) e arancio dolce.
Il carbonato di calcio è reperibile nei negozi specializzati in materie prime per la cosmetica: a Genova "La Farmochimica", a Milano "Esperis".
Pesare e versare in una ciotola la glicerina,
pesare in un contenitore a parte gli altri ingredienti secchi (escluso l'olio essenziale) e miscelarli bene, quindi unirli alla glicerina e mescolare a lungo e per bene.
Infine aggiungere l'olio essenziale e mescolare ancora fino a che non sia tutto perfettamente miscelato.

Potete usare una siringa da pasticcere, con il beccuccio abbastanza largo da far passare la pasta densa ma abbastanza piccolo da essere inserito dentro il collo di un vecchio tubetto di dentifricio. 
Questo dentifricio sarà la soluzione a tutti i problemi gengivali e riassumerà in un solo flaconcino le esigenze di tutta la famiglia (bimbi compresi). Provare per credere!

24 commenti:

  1. Ciao...ho letto spesso che il bicarbonato per i denti non và bene per i lavaggi quotidiani..troppo aggressivo..secondo la vostra opinione??
    Grazie
    Buon lavoro
    Linda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È ovvio che non lo riteniamo troppo aggressivo...altrimenti credi che lo avremmo inserito in un dentifricio che usiamo noi e consigliamo ai lettori del blog? Perdona la franchezza... Credo che quello che vorresti sapere non sia questo, bensì sapere perchè lo riteniamo adatto all'uso per cui lo proponiamo. Anche in questo non so come aiutarti perché non ci arroghiamo conoscenze accademiche di chimica o medicina ma in genere usiamo il buonsenso: il bicarbonato è leggermente basico, oltre che sbiancante, viene usato da secoli in cucina in svariati modi (si ingerisce addiritura molto spesso sotto forma di lievito o di digestivo), se fosse aggressivo ce ne saremmo già accorti visto poi che lo usiamo quotidianamente toccandolo con le mani e lasciandovele immerse durante le pulizie di casa. Quello che ti chiediamo ora è questo: perchè invece che porre la domanda retorica a noi, non provi a porre la domanda opposta a chi scrive che il bicarbonato è aggressivo, chiedendo spiegazioni di questa affermazione?

      Elimina
    2. Riccardo D'Ambra5 aprile 2014 14:33

      Sono un odontoiatra. Il bicarbonato e' aggressivo sui denti non tanto per il ph o altri valori chimici, ma in base alla grandezza del cristallo ha una piu' o meno elevata capacita' abrasiva. Un consiglio è quello di usare bicarbonato (di calcio preferibilmente) micronizzato. Un composto che usa bicarbonato "normale" non puo' essere legalmente neppure definito dentifricio in quanto molto probabilmente supera i limiti di abrasione (scritti obbligatoriamente su quelli in vendita) stabiliti per legge.

      Elimina
    3. In molti dentifrici ecologici, legalmente in commercio, nell'inci vi è proprio scritto il bicarbonato di sodio, magari si tratta di quello micronizzato, ma non è specificato. Quanto a questa ricetta: credo che la componente più abrasiva sia il carbonato di calcio e non il bicarbonato di sodio. Il bicarbonato infatti si scioglie e non rimane sottoforma di polvere abrasiva. Il carbonato di calcio invece sì. Ovviamente ne eravamo coscienti mentre lo facevamo e abbiamo appunto voluto inserirlo perché serviva qualcosa che aiutasse lo spazzolino nell'azione di sfregamento. Da tempo lo usiamo in famiglia e ci troviamo benissimo, i nostri denti sono sani più di prima così come le gengive (molto più di prima). Più che l'esperienza diretta non possiamo offrire, ma in un dentifricio non credo ci possa essere testimonianza migliore...

      Elimina
  2. Guarda la mia era una semplice domanda..visto che in tutti i preparati casalinghi per il dentifricio si trova sempre il bicarbonato.. e che però leggendo nel web ci sono pareri molto discordanti, gradivo sapere cosa ne pensate voi riguardo a questo, la domanda l'ho già fatta al mio dentista e igienista e ho una risposta "scientifica", ma anch'io come voi preparo cose in casa e della risposta scientifica, poco mi interessa tutto qui, avevo piacere di sentire altri pareri.
    Grazie

    RispondiElimina
  3. ciao, seguo con piacere le vicissitudini del sito, essendo un tecnico del settore, posso darvi un consiglio in merito a questa formula, potreste diminuire bicarbonato di sodio e di calcio ed introdurre della argilla bianca micronizzata ( facilmente reperibile) e della comune silice e sostituire la stevia con del sorbitolo che si lega facilmente alla glicerina; col tempo il prodotto potrebbe risultare diviso in due fasi essendo presenti molti oli essenziali ( forse) e sarebbe opportuno in quel caso inserire un solubilizzante ( poligliceril 4 caprate) o (polysorbate 20) e un conservante a vostro piacere.
    saluti enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un'ottima idea quella di usare l'argilla, infatti non l'abbiamo usata solo perchè non ne avevamo in casa! (solo quella verde che non è il massimo in un dentifricio...)
      La silice non la conosco...neanche il resto in realtà, ma credo che il destino di questo dentifricio non sia di rimanere in un cassetto per anni, dunque eviterei i conservanti e i solubilizzanti...
      Però mi fa davvero piacere sapere che, nonostante la semplicità (voluta) delle nostre ricette, che spesso stupisce chi è abituato alla perfezione dei prodotti in commercio, anche una persona preparata professonalmente ci apprezzi!

      Elimina
  4. Buonasera Claudia. Vorrei sapere se vanno bene anche le foglie di stevia fatte essiccare (vista la stagione in cui siamo!) e se occorre prima triturarle nel mixer. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi prendi totalmente alla sprovvista...non ho mai visto una pianta di stevia dal vivo nè l'ho mai triturata...ho solo usato le bustine di stevia già confezionata e (lo ammetto) non ho idea di come sia trattata... colta in fallo! mi informerò, fallo anche tu e scrivimi cosa hai scoperto sulla stevia!

      Elimina
  5. io la stevia cè lo in casa cioè nel mio giardino per are queste ose paso le foglie essiccate
    nel macina caffe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un buon metodo, tieni solo conto del fatto di doverlo mettere in bocca come dentifricio e quindi triturale finissime...

      Elimina
  6. Dopo si compra la stevia? Non riesco a trovarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei negozi di alimentari, e nei supermercati, devi andare nel reparto dei dolcificanti...è piuttosto diffusa perché va di moda al posto dello zucchero (sembra abbia meno calorie), credo che ce ne sia in commercio anche della marca "Misura" che è abbastanza nota e presente nei negozi. Cerca bene!

      Elimina
  7. Io lo sto facendo e usando ormai da qualche mese con pari peso di bicarbonato, argilla bianca e glicerina, più oe di menta piperita.
    Il colore non é il massimo, ma il risultato é ottimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, sono contenta che tu abbia condiviso questa variante perché noi abbiamo tonnellate di carbonato di calcio che ci inibiscono nel preparare un dentifricio con qualcos'altro, però so bene che è difficile trovarlo... se non ti dispiace inserisco in ricetta la variante!

      Elimina
    2. Ho inserito la tua variante nella nuova sezione "LE VOSTRE RICETTE"...

      Elimina
  8. Per riempire il flacone, uso un sacchettino di plastica, al quale taglio un angolino e lo uso come una tasca da pasticciere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo anche questo suggerimento: ancora meglio del sac à poche che porta a molta dispersione di pasta, suggerisco la siringa da pasticcere! E' davvero comoda e con questa puoi riempire anche un vecchio tubetto di dentifricio. Ciao!

      Elimina
  9. Ciao sto provando a fare il dentifricio, ma il risultato è una palla compatta, non riesco a scioglierla semplicemente girando. Secondo voi è il caso di aggiungere altra glicerina o un pochino di acqua?
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Ciao Claudia,
    da qualche tempo uso un dentifricio che trovo davvero ottimo (anche il resto della famiglia lo adora!) e volevo condividere la ricetta con tutti voi.
    Valentina
    Dentifricio BIO fatto in casa....davvero favoloso...al gusto delicato di litchi!
    1cucchiaio di bicarbonato di sodio
    1cucchiaio di argilla bianca (caolino)
    1cucchiaio di olio di cocco BIO (renderlo liquido a bagno maria o in microonde)
    1cucchiaio di olio di mandorle dolci BIO
    2 gocce di olio essenziale di Tea Tree BIO
    2 gocce di olio essenziale di menta BIO
    4 gocce di olio essenziale di geranio BIO
    Mischiare tutti gli ingredienti in un barattolino in vetro/plastica. Non ha bisogno di essere conservato in frigorifero!
    Per evitare di contaminare la preparazione utilizzate una spatolina per spalmarla sullo spazzolino.
    Usate il composto come un normale dentifricio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille per la ricetta, la inserisco nella sezione "le vostre ricette"!

      Elimina
  11. Sono un po' a corto di ingredienti... Una semplice pasta fatta con bicarbonato e glicerina (magari aromatizzata con qualche goccia di aroma per dolci al limone) sarebbe troppo aggressiva? Non capisco parchè si aggiunga sempre un altro ingrediente come l'argilla, immagino sia per "diluire" il bicarbonato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, dovrebbe andare molto bene anche una semplice ricetta come quella che hai scritto: io aggiungo carbonato di calcio perché ne ho molto (!) e perché è delicatamente e leggermente abrasivo, credo si faccia lo stesso con l'argilla, oltre che per riempire. Ciao!

      Elimina
  12. Buongiorno!
    L'argilla ha un sacco di proprietà tra cui nello specifico remineralezzante, antinfiammatoria, antibatterica....

    RispondiElimina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...