sabato 15 dicembre 2012

CREMA BASE: VISO, CORPO, MANI ETC...


Questa è la più semplice e versatile delle ricette di creme: a seconda delle sostituzioni che si applicano alla ricetta base, si possono ottenere creme per tutti i gusti!
Dedicata a Giulia: così non la dimentichi più!
In questa ricetta i punti fermi sono due: la quantità di cera d'api e la quantità di acqua (o idrolato, o infuso). Il tipo di oli con cui comporla è a scelta libera a seconda delle esigenze.
Noi la proponiamo nella versione più elementare ed economica, che ne esalta la versatilità, visto che il risultato finale è una crema che va bene praticamente per tutti gli usi! L'unico olio usato è infatti Olio di Oliva, con un 5% di extravergine.

Ingredienti per 100 gr:
50 gr Olio di Oliva (di cui 5 gr extravergine)
40 gr acqua (o infuso o idrolato)
10 gr cera d'api
30 gocce di olio essenziale a scelta
Preparazione:
1 - far bollire l'acqua o preparare l'infuso (se si utilizza invece acqua distillata non è necessario).
2 - pesare 40 gr di acqua (o di infuso) (è importante pesare dopo aver fatto bollire perchè bollendo ne evaporerebbe un po' e non saremmo più certi della quantità d'acqua presente nella ricetta).
3 - pesare la cera e metterla a sciogliere a bagno-maria oppure su una stufa nella parte meno calda
4 - intanto che la cera si scoglie pesare gli oli e poi metterli a scaldare insieme alla cera (potete anche metterli a scaldare a parte ed unirli alla cera una volta che abbiano raggiunto i 45 gradi)
5 - con un termometro tenere sotto controllo la temperatura di cera+oli, non deve superare i 50-55 gradi, se a questa temperatura la cera non è ancora sciolta, togliere dal fuoco mescolare fino a che la miscela non sia raffreddata un po' e poi rimettere a scaldare
6 - se avete fatto bollire l'acqua o avete preparato un infuso, controllatene la temperatura: al momento della miscelazione con gli oli e la cera tutto dovrà essere alla stessa temperatura, se usate acqua distillata allora mettetela a scaldare fino a che non raggiunga 50 gradi circa
7 - quando tutto è alla stessa temperatura e ben sciolto iniziare a frullare con il frullatore ad immersione la mistura di oli e cera versandovi dentro piano piano (a filo) l'acqua
8 - quando vedete che l'emulsione è avvenuta (la crema diventa chiara e opaca, quasi bianca, e tende a fare il nastro) spegnete il frullatore, ripulitelo bene per non sprecare crema, ponete il recipiente con la crema dentro una bacinella di acqua fredda e mescolate con una frusta fino a che la crema non sia completamente raffreddata.
9 - aggiungete dunque gli oli essenziali o la fragranza per profumare, mescolate bene
10 - invasettate in vasetti puliti asciutti e possibilmente sterilizzati con 5 minuti di bollitura.
Se si desidera una crema viso si può sosttuire gran parte dell'olio di oliva con olio di jojoba, di vinaccioli, o di nocciola perchè risulti più leggera; se si desidera una crema corpo ricca invece si può sostituire all'olio di oliva un po' di burro di karitè, o di olio di argan; per una buona crema mani si potrebbe mettere un po' di glicerina al posto di una parte di acqua. E così via...mano a mano che prenderete confidenza con le emulsioni casalinghe potrete inventare nuove varianti!

32 commenti:

  1. Posso suggerire di inserire qualche foto negli articoli, così che li si possa citare su Pinterest? Grazie e ciao,
    Irene
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo finesettimana Le metteremo! Grazie! Buona serata...

      Elimina
  2. L'ho fatta al volo prima di partire per la montagna cn 5gr oev 20gr olys cera d'api meta' dose e acqua di rose meta' dose 5gtt oe lavanda e 3gtt oe camomilla. Un successone familiare. Sul viso e sulle mani dopo una giornata al freddo e' stata un toccasana x grandi e piccoli. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! I commenti come questo mi rendono felice!

      Elimina
  3. Ciao Claudia, secondo te posso usare l'acido citrico come conservante? naturalmente in modestissima quantita'. Questo perche' ho preparato la crema e adesso la tengo in frigo perche' dopo due settimane fuori mi sembra che stia gia' mutando. Tu che ne dici?
    Grazie
    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, a occhio direi che è meglio di no, tenere a lungo sulla pelle una crema a PH acido... Inoltre non so se possa rovinare l'emulsione.. Però credo che la crema non sia venuta bene, oppure ha subìto qualche shock termico, perché a temperatura ambiente (20-25 gradi) dura per mesi... (La durata massima testata sono 5 mesi, ma solo perché poi è terminata...) Può essere che si sia mal emulsionata, capita se si sbagliano le temperature, oppure che sia stata al sole?

      Elimina
    2. Comunque io non aggiungerei nulla, tienila in frigo... Se poi andasse a male puoi usarla come base per un sapone-crema (presto posteremo la ricetta!)

      Elimina
  4. Ciao. Ho preparato la ricetta classica con olio d'oliva e olio e.v.o. Sulla pelle del viso a me va benissimo perchè ho la pelle molto secca. La mia pelle sembra rinata: morbidissima e luminosa. Persino le odiosissime "zampe di gallina" intorno agli occhi sono sparite. Per me è semplicemente fenomenale. Grazie mille Claudia per tutte le tue ricette. Sono sensazionali. Un abbraccio. Fafy

    RispondiElimina
  5. Ciao non c'è bisogno di un emulsionante? Basta la cera d'api?
    Grazie

    RispondiElimina
  6. Ma se uso solo olio evo che cosa succede??? è troppo grassa???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Puoi usare anche solo olio extra vergine, la resa dipende da quale olio usi...in generale ci può essere la stessa differenza tra un olio evo e un altro, di quella che c'è tra un olio evo e un olio non extra vergine... In generale con olio evo rimane molto più odorosa, sà proprio di olio, ma puoi provare!

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Ho combinato un PASTICCIO.
    Ho fatto un decotto di ortica x preparare una crema x le mani. Quando la temperatura, sia del liquido che degli oli, era tra i 56-58 gradi, quest'ultimi si stavano di nuovo solidificando, quindi ho preferito procedere subito. Prima però prima ho travasato gli oli in un altro contenitore (che sicuramente ne ha abbassato la temp rispetto al decotto).
    Ho unito il decotto agli oli ed ho frullato. Inizialmente si è formata una bella cremina tipo maionese. Ma quando ho provato a versarla nel suo contenitore i due componenti si sono un po' separati. Così adesso in superficie ci sono delle goccioline d'acqua e se provo a spalmarla sulle mani me le unge tanto che nemmeno insaponandole x tre volte tornano pulite.
    Che faccio adesso??? Butto tutto, o c'è un modo di rilavorarla come x i saponi?
    Che peccato!!! :(
    Giusy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potresti provare a rilavorarla con un grammo di cera in aggiunta. Scaldi la cera finché non sia fusa e anche la crema, poi le unisci e frulli come da ricetta... scusami, probabilmente è tardi perché è passato un mese... tieni buono il consiglio per la prossima volta. Un abbraccio e scusa ancora il ritardo.

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. Ciao! vorrei provare a fare questa ricetta, ma vorrei rendere questa crema adatta al viso (e ho già visto i suggerimenti) che sia però anche dotata di filtro solare e lenitiva per i rossori (almeno ci vorrei provare!!!), cosa mi consigli di aggiungere e in che proporzioni? grazie mille!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! il filtro solare lo puoi ottenere con un po' di ossido di zinco, guarda la ricetta della crema solare, e dosa l'ossido in proporzione al fattore di protezione che vorresti: quello di quella crema è circa 30. tieni conto del fatto che potrebbe essere troppo pastosa se ne metti troppo. Per i rossori potresti invece provare a profumarla con l'olio essenziale di elicriso che oltre ad avere un delizioso profumo è molto indicato per i rossori. Cerca comunque le proprietà di oli essenziali che hai in casa, potresti averne altri adatti perché è una caratteristica che hanno diversi. Ciao!

      Elimina
  11. Ciao, sono Veronica,
    vorrei preparare la crema con:
    15 g Coco Caprylate (leggerissimo)
    15 g Olio di Macadamia (leggero)
    10 g Olio di Argan (medio)
    5 g Olio EVO
    5 g burro di Karitè
    10 g Cera d'api
    0,5 g Tocoferolo
    37 g Acqua o Idrolato
    3 g Glicerina

    La cera da sola riesce ad emulsionare anche gli oli suddetti?
    Inoltre vorrei aggiungere qualche attivo a freddo, ad esempio Q10 in gocce o Resveratrolo in gocce, è possibile ?
    Devo comunque regolare il pH? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non conosco il coco caprylate neanche il comportamento della glicerina in questa emulsione, la personalizzazione la intendo sostituendo oli naturali e senza aggiungere altro che oli essenziali o al massimo vitamine. Non so cosa sia il q10 né il resveratrolo...mi spiace.

      Elimina
  12. Questa non è una ricetta...in realtà è una pozione magica! Ne ho fatte diverse versioni e sono tutte incredibili! Grazie Claudia
    Valentina

    RispondiElimina
  13. Ho fatto questa crema con l'olio di riso e ho aggiunto due gocce di oe di lavanda e quattro di aroma per dolci al limone. Il profumo mi ricorda molto il mediterraneo in estate!
    La consistenza e l'aspetto non hanno nulla da invidiare alle costose creme industriali, la resa secondo me è nettamente superiore. La pella è VERAMENTE idratata e protetta! Ottima su viso, mani e corpo.
    Vorrei provare a farla anche con l'olio d'oliva non extravergine, l'odore si sente molto? Le crema fatte con solo olio evo risultano un po' nauseanti per me. Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Bellissimo ricevere questi feedback...
      Io l'ho fatta solo di sansa una volta e non aveva odore, puoi fare un po' sansa o oliva non extra e un po' un olio trattante tipo Argsn...

      Elimina
    2. Ottima idea, grazie!

      Elimina
  14. Ma si possono aggiungere tranquillamente anche aromi per dolci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi usarli, se non sei allergica a nessun componente, ovviamente la qualità della crema scende leggermente perchè non avrà più le proprietà degli oli essenziali, ma resta comunque eccellente.
      Ciao!

      Elimina
  15. Carissima Claudia, ciao e scusa il disturbo. Sono nonna Fafy e avrei bisogno di un tuo consiglio: se volessi aggiungere un po' di glicerina quanta ne dovrei mettere e come? La devo scalare dall'acqua o.....? Porta pazienza con me e riscusami per il disturbo. Sei sempre bravissima. Un abbraccio grande. Nonna Fafy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, è sempre un piacere quando mi scrivi! Se metti glicerina scalala dall'acqua, la inserisci nella fase acquosa e dovrebbe venire bene comunque. Anche con l'aloe si può fare così...
      Un abbraccio a te

      Elimina
  16. Vorrei inserire dell'olio di mandorle dolci al posto di parte dell'olio d'oliva. Fino a che percentuale posso sostituirlo?? Grazie della ricetta, proverò presto. Roberta

    RispondiElimina

Cerca nel blog

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...