Cerca nel blog

martedì 13 dicembre 2016

SHAMPOO SOLIDO ALLA PALMA (SOSTENIBILE)

Seconda ricetta di sapone interamente a freddo: un po' meno semplice della precedente  perché ci sono l'olio di cocco e l'olio di palma insieme a quello di oliva. Bisogna far fondere gli oli che in questa stagione sono semisolidi e dopo unirli all'olio di oliva. 
E' uno shampoo solido delizioso, adatto ai capelli normali, non trattati. 
Nutriente e fortificante, li rende morbidi e sani.

E' profumato con oli essenziali utilissimi al benessere e alla lucentezza dei capelli: ylang ylang e rosmarino, inoltre abbiamo aggiunto un po' di mentapiperita perchè sotto la doccia al mattino l'effetto è quello di un fresco e gradevole risveglio...Senza contare che d'estate porta sollievo alla pelle con punture di zanzare.
Ingredienti:

400 gr olio di oliva
300 gr olio di cocco
200 gr olio di ricino
100 gr olio di palma grezzo (rosso)

148 gr soda caustica
300 gr acqua

15 ml o.e. Ylang Ylang
7 ml o.e. Rosmarino
7 ml o.e. Menta piperita



Preparazione:

Indossare i guanti e la mascherina di protezione, eventualmente anche gli occhiali.
Pesare l'olio di cocco e l'olio di palma, metterli a fondere nel microonde o in un pentolino, fino a che non siano liquidi: d'estate non serve ;-)
Misurare gli oli essenziali tenendo a pèortata di mano la miscela pronta per essere inserita nel

sapone.
Pesare l'olio di oliva, mettendolo in un contenitore di plastica o acciaio (vanno bene un secchio o una pentola), dove avverrà poi la reazione, pesare la soda in un contenitore, pesare l’acqua in un altro contenitore. 
Unire gli oli fusi ormai liquidi all'olio di oliva.
Versare la soda nell'acqua e mescolare, senza far raffreddare, versare la soluzione della soda negli oli e mescolare velocemente con un cucchiaio e poi con il frullatore a immersione, fino a quando il composto non assuma una consistenza simile alla maionese e sulla sua superficie si possa “scrivere” (è il momento del nastro), aggiungere velocemente la miscela di oli essenziali e mescolare ancora un po'
Versare il composto negli stampi scelti cercando di rendere omogenea la riempitura dello stampo, avvolgere gli stampi in una coperta e posizionarli al caldo per almeno 24 ore senza scoprirli (d’inverno va bene uno sgabello vicino al termosifone o alla stufa, in estate una stanza molto calda)
Dopo 24 ore sformare il sapone e lasciarlo asciugare n un posto fresco e asciutto ancora 24 ore, è da maneggiare con cautela poiché è ancora caustico, poi sarà possibile tagliarlo. Lasciare seccare le forme di sapone almeno due mesi prima dell’uso per avere una migliore qualità e maggiore durata. Per mantenere il profumo è possibile avvolgere ogni formina in confezioni di carta perché possa continuare ad asciugare senza perdere aroma.
Buon lavoro!





4 commenti:

  1. ciao Claudia! bellissima anche questa ricetta! ma se volessi sostituire l'olio di cocco con quale altro tipo di olio potrei farlo? ciao! grazie mille!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è difficile sostituire l'olio di cocco negli shampoo solidi, lo shampo rischia di risultare un po' più adatto ai capelli secchi e meno a quelli normali, puoi provare con il burro di karité, ovviamente ricalcolando la soda e mettendone meno: 10% karité ed il resto lo copri con maggiore quantità di olio di oliva.
      Nel caso in cui non andasse bene avrai un ottimo sapone per mani viso e corpo. Non fare sconto.
      Buon lavoro!

      Elimina
  2. ti ringrazio moltissimo Claudia sei come sempre di una disponibilità incredibile!il tuo libro mi piace moltissimo è molto chiaro e comprensibile anche da chi come me non capisce niente di chimica e reazioni!un abbraccio e tanti auguri di un grandioso 2017!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Anche a te...è bellissimo leggere commenti così...

      Elimina

LE RICETTE CHE PREFERITE:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...

Seguici! Clicca qui sotto per diventare un lettore fisso del nostro blog!

Google+ Followers

Translate this Blog!