Cerca nel blog

venerdì 15 luglio 2016

LE "SCADENZE" DELLE RICETTE

Ci troviamo spesso a rispondere a queste domande:
"quando scade questa preparazione?" "quanto dura?" "ma non va a male senza conservanti?"
Riassumiamo in questo post un po' di glialchimisti-filosofia...

Sui conservanti rimandiamo al post "I conservanti" dove abbiamo spiegato bene ciò che ne pensiamo...

Per quanto riguarda invece la durata delle preparazioni prive di conservanti industriali (molte preparazioni ne hanno di naturali come l'alcool, alcuni oli essenziali, sostanze acide o basiche etc.), ci piacerebbe introdurre una riflessione.

Chi si avvicina all'autoproduzione (o chi già vi è dentro fino al collo), ha un vantaggio su tutti gli altri, la capacità di ragionare su ciò che usa...e su ciò che prepara ovviamente.
Noi autoproduttori sappiamo cosa usiamo per creare i nostri preparati, conosciamo ogni ingrediente e da dove viene, quanto lo abbiamo contaminato, se è molto tempo che lo custodiamo in casa, in che condizioni e altre informazioni, che solo noi possiamo avere...
Sappiamo inoltre come abbiamo agito durante la preparazione, sappiamo se abbiamo usato flaconi sterili, sappiamo se abbiamo indugiato con mani sporche o contenitori contaminati sul nostro preparato.
Sappiamo ad esempio se una crema è emulsionata per bene oppure se ha delle goccioline di acqua libere.
Sappiamo se qull'olio usato era quasi rancido, oppure se era fresco.
Sappiamo se abbiamo fatto bollire almeno 5 minuti l'acqua utilizzata, se invece abbiamo usato acqua distillata sappiamo che la distillazione avviene ad alta temperatura (l'acqua passa attraverso lo stato gassoso...) quindi siamo tranquilli.


Per tutto il resto (...ciò che non sappiamo) c'è: 

...eh già...

Noi annusiamo, guardiamo, tocchiamo e usiamo ciò che abbiamo prodotto, possiamo capire cosa succeda alle nostre preparazioni e una attenta analisi a posteriori delle nostre autoproduzioni è sicuramente una delle esperienze che più ci insegna su come migliorare le ricette.
Prendiamoci qualche istante per valutare con la nostra esperienza e con i nostri ragionamenti quale sia la durata possibile delle preparazioni, con fiducia in noi stessi!
Quindi keep calm and be confident!

 


2 commenti:

  1. Non ha senso fare un post così per non spiegare nulla..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I post che ha senso o meno scrivere...beh lo decidiamo noi almeno sul nostro blog.
      Quando riceviamo molte domande su un argomento, cerchiamo di riassumere le risposte in un post. Se secondo te questo non spiega nulla: prova a rileggerlo, poi prova a capirlo veramente. Spiega una cosa importantissima, la capacità che ognuno di noi ha di valutare ciò che accade ad una preparazione in base al buonsenso e all'esperienza. Se non riesci a capirlo, forse devi cambiare letture...il nostro blog non è per automi privi di discernimento, è per chi ha voglia di ragionare.

      Elimina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...