martedì 29 marzo 2011

CREMA MORBIDA MANDORLATA

Una cremosissima golosità nutriente e antietà per il viso e per il corpo

Crema morbidissima e vellutata, al profumo di mandorla (da puro olio essenziale), immergersi nel suo goloso abbraccio è un piacere imperdibile.
Ricchissima di Burro di Karitè e di Olio di Oliva per una nutrizione profonda, contiene olio di riso per le sue qualità antiossidanti, cera d’api per ristrutturare naturalmente anche le pelli più bisognose di trattamento.
Ricchissima di vitamina E è una fantastica crema antirughe, una deliziosa crema nutriente e antietà per il corpo: un piccolo lusso che non teme paragoni con le creme più blasonate.

Uso: una crema viso nutriente, idratante, ristrutturante per pelli mature...una crema corpo nutriente, anti-secchezza, doposole riparatore intensivo, idratante nutriente post-depilazione anche per pelli normali... Io ho una pelle da mista a normale e la uso per la notte e come crema corpo multi-uso.

Ingredienti per 200 gr:

gr 13 cera d'api
gr 17 burro di karité
gr 56 olio di oliva
gr 56 olio di girasole
gr 28 olio di riso
gr 30 acqua (se si vogliono aggiungere proprietà alla crema si può utilizzare acqua di rose anziché acqua, meglio se non è alcolica, altrimenti sconsiglio l'uso post-depilazione e doposole!)

profumo:
70 gocce di olio essenziale di mandorla amara
30 gocce di olio essenziale di arancio dolce
(per usarla come crema viso è meglio diminuire drasticamente la dose di oli essenziali: consiglio per 200 gr 20 gocce di o.e. mandorla amara e 10 gocce di o.e. arancio dolce, la metà (10 gocce+5 gocce) per 100 gr)
Ti manca qualche ingrediente? Clicca QUI  per trovare gli ingredienti di questa ricetta! Tutte le materie prime sono sul nostro sito: http://www.glialchimisti.it/


Se si vuole usare come crema doposole, suggerisco l'uso dell'olio essenziale di Gardenia tahitiana che le dona un profumo fantastico e adattissimo per l'estate al mare!

Misurare gli oli essenziali tutti insieme in un piccolo contenitore.
Pesare la cera e il burro di karité e metterli già nel pentolino, scaldare a fiamma bassissima fino a che non si sciolgano, poi spegnere il gas.
Nel frattempo scaldare l'acqua facendola bollire per pochissimo. Se si usa acqua di rose è melio non far bollire, ma solo scaldare un po'.
Pesare gli oli tutti insieme e versarli nel pentolino dove cera e burro di karité sono ancora caldi: occorre mescolare con un cucchiaio mentre si versano piano piano gli oli e continuare a mescolare fino a che non siano tutti uniformemente miscelati.
Poi prendere l'acqua pesata e calda, versarla poco alla volta nei grassi e dopo ogni versamento dare una frullatina di minipimer che amalgami l'acqua con i grassi ogni volta. Quando tutto è amalgamato bene (cambia proprio il colore che diventa bianco e, ovviamente, anche la consistenza, che diventa cremosa) aggiungere gli oli essenziali e amalgamarli bene con il resto usando il frullatore a immersione.
Se la crema fosse ancora tiepida, occorre mescolare e frullare di tanto in tanto fino a che non sia completamente raffreddata.
Quando è a temperatura ambiente, versare in vasetti di vetro (se riciclati vanno prima fatti bollire e resi sterili).
Si può conservare a lungo ad una temperatura di circa 20-22 gradi, se la temperatura ambiente è superiore, è meglio conservarla in frigorifero.

10 commenti:

  1. Perchè in un pentolino sul gas e non già nel contenitore di vetro a microonde?

    RispondiElimina
  2. Se si ha manualità col microonde, e con le creme, non dovrebbero esserci problemi, ma io preferisco sempre avere sott'occhio ciò che accade mentre scaldo: per non far bruciare cera e karitè, e per avere idea della temperatura dei grassi che devono essere miscelati con l'acqua alla stessa temperatura (circa).

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho provato a fare questa crema ma l'emulsione non mi è venuta :( Devo buttare tutto o si può recuperare? Ho notato che nel procedimento non c'è scritto di miscelare oli e acqua alla stessa temperatura come in altre ricette e per questo non ho controllato. Gli oli erano, comunque, ad una temperatura superiore rispetto all'acqua. Forse l'errore è in questo?
    Attendo i tuoi consigli e grazie. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Mi dispiace molto che non ti sia venuta... le temperature sono mportantissime, quindi potrebbero essere la causa dell'insuccesso, è importantissimo anche continuare a mescolare durante il raffreddamento, magari invece la cera era poca oppure pesata approssimativamente? A volte basta davvero una pizzolezza per non far venire una crema... Per recuperarla prova a far sciogliere un po'di cera (qualche grammo) e a far scaldare alla stessa temperatura della cera la crema che non è venuta: uniscile e frulla, continuando a mescolare manualmente con una frusta fino al raffreddamento completo.
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Ho seguito il tuo consiglio e ho recuperato la crema. La prossima volta starò attenta alle temperature! Grazie!!!!!!! :)

    RispondiElimina
  5. Ciao, ho provato a fare questa crema e la consistenza è quella di una crema, ma quando la metto sul viso è mooolto grassa è normale??? Grazie carolina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È normale, dipende dal tuo tipo di pelle, poi anche dal fatto che le creme emulsionate con la cera sono tutte un po' più corpose di quelle emulsionate chimicamente: inoltre questa è composta da burro di karité, olio di riso, olio di oliva, che sono molto nutrienti. Usala come crema corpo o come crema da notte, avrai risultati spettacolari; poi prova a farne una con olio di jojoba seguendo la ricetta base crema che trovi nella apposita sezione del blog. Fammi sapere!

      Elimina
  6. Volevo chiederti anche un'altra cosa, è possibile inserire nelle ricette di queste creme del cosgard??? Carolina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui conservanti è appena uscito un post sul nostro blog di approfondimento, ecco il link:
      http://glialchimistinotes.blogspot.it/#!/2013/10/i-conservanti-anche-quelli-eco-bio-come.html
      Ciao!

      Elimina

Cerca nel blog

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...