Cerca nel blog

COME TRASFORMARE IL SAPONE SOLIDO IN SAPONE LIQUIDO?


Il sapone solido ha molti vantaggi: dura di più, non occorrono ingombranti imballaggi, non va a male...anzi più invecchia più migliora!, è comodo da trasportare ovunque perchè non si può rovesciare...
Talvolta però risulta più comodo usare il sapone liquido, quando si vuole un sapone molto delicato ma si preferisce non avere una bavosa saponetta sul lavello, quando per lavare un bambino è più pratico premere il dosatore che far schiumare la saponetta... beh poi soprattutto dipende dalle abitudini, io credo che sia sempre meglio un buon sapone solido, ma per alcune formulazioni mi sono accorta che la versione liquida può essere equivalente.
Insomma come si fa a fare il sapone liquido?


Il metodo che l'arte saponiera ci insegna per creare il sapone liquido è quello di usare, al posto della soda caustica, l'idrossido di potassio, ma richiede diverse fasi che io ho ritenuto troppo complicate per i miei gusti.
Ho provato quindi a farlo partendo dai miei saponi solidi, da quelli che per la natura dei loro componenti sono più morbidi e bavosi: il Cremino e la Rosa Lenitiva.
Un altro sistema è quello di utilizzare il metodo a caldo di preparazione del sapone (partendo però da soda e oli, e non da saponi già solidi) come spiego invece nel post: Sapone liquido idratante delicato.

RICETTA PER TRASFORMARE SAPONI SOLIDI IN SAPONE LIQUIDO:

Ingredienti:
sapone solido a pezzi o meglio a scaglie
acqua q.b. (circa sei volte tanto il peso del sapone)

Preparare con un coltello o con una grattugia le scaglie o i pezzetti di sapone, più sono piccoli meglio è, ma prima o dopo si scioglie comunque.
Metterli in una pentola che possa avere una capienza sufficiente per tutta l'acqua che andremo ad aggiungere, versare un po' di acqua per far iniziare a sciogliere il sapone, accendere il fornello e mescolare un po'.
Lasciare andare un po' di tempo (dipende dalla quantità di sapone, comunque circa un quarto d'ora), poi mescolare ancora e se sobbolle aggiunere ancora acqua. Cercate di far sciogliere tutti i pezzi di sapone aiutandovi a schiacciarli con un cucchiaio e mescolando, poi lasciate scaldare ancora fino a che non sobbolla di nuovo. Aggiungere altra acqua e continuare così fino a che la pasta in un tutt'uno con l'acqua non sia diventata molto liquida, quasi come un olio (deve essere più liquida di un sapone liquido perchè raffreddandosi si addenserà).
A questo punto far raffreddare un po', quando è tiepida mescolare con un minipimer (se si vogliono aggiungere oli essenziali è questo il momento).
Versare quindi nei contenitori dispenser. Il sapone liquido è pronto!

N.B. Se, nonostante abbiate seguito le istruzioni alla lettera, il sapone fosse poco fluido, occorrerebbe semplicemente aggiungere acqua e riportare il tutto a sobbollire qualche minuto.
Potrebbe capitare perché la dose di acqua dipende da quanto il sapone è invecchiato, quanta acqua conteneva in origine, da quali grassi di base è composto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...