Cerca nel blog

sabato 20 novembre 2010

SHAMPOO SOLIDO PURIFICANTE ORTICA E ROSMARINO

Shampoo solido vitalizzante e purificante per capelli grassi, con Ortica, Basilico e Rosmarino.

Shampoo solido purificante e vitalizzante per capelli grassi. La sua formula delicata lo rende adatto anche ad uso frequente, la base lavante naturale con olio di ricino consente di ottenere una ricchissima schiuma senza irritare la cute.
Contiene infuso ed olio essenziale di rosmarino e basilico, dalle proprietà purificanti e rinforzanti, ed infuso di ortica e basilico per donare luminosità e leggerezza.


Utilizzo:

Lo shampoo solido è molto più pratico nell’utilizzo e più compatto nel trasporto dei tradizionali shampoo liquidi.
Istruzioni d’uso: strofinare lo shampoo solido sui capelli bagnati fino a ottenere una ricca schiuma, massaggiare con le dita, risciacquare bene, eventualmente ripetere.
Per chi ha una vita attiva lo shampoo solido può egregiamente sostituire il docciashampoo poiché è anche un ottimo sapone tonificante per il corpo.

Ricetta per 1 kg di grassi:

INGREDIENTI:

gr 400 olio di oliva
gr 300 olio di ricino
gr 300 olio di cocco

gr 300 infuso di ortiche e rosmarino (per chi non può raccogliere le ortiche selvatiche nei prati e non ha una piantina di rosmarino: il rosmarino si trova tra le spezie dei supermercati, l'ortica essicata si trova nelle erboristerie ben fornite che vendono erbe sfuse es. a milano erb. via vallazze)

gr 145 idrossido di sodio (soda caustica)

ml 10 o.e. rosmarino
ml 10 o.e. basilico

Preparare l'infuso qualche ora prima. Poi lasciere raffreddare completamente.
Preparare la soluzione con l'infuso e la soda caustica (facendo attenzione a non ustionarsi: usare i guanti e magari una mascherina), lasciare raffreddare fino a una temperatura di circa 48°.
Mentre la soluzione raffredda, pesare in una pentola d'acciaio tutti i grassi e farli scaldare fino a raggiunere anche qui una temperatura di 50°. La temperatura è più alta del normale per evitare che il sapone si ammassi troppo in fretta.
Preparare intanto, in un piccolo contenitore a parte, gli oli essenziali miscelati insieme.
Quando tutto è a temperatura, versare la soluzione della soda nella pentola dei grassi, dare qualche mescolata con un cucchiaio, quindi procedere a miscelare tutto con il frullatore ad immersione.
Dopo pochissimo tempo il composto di addenserà, appena la consistenza diventa simile a quella della maionese, e si può "scrivere" sulla superficie del sapone (momento del "nastro"), fermarsi, aggiungere gli oli essenziali, mescolare ancora un po' e versare il composto nello stampo o neli stampi scelti.
Avvolgere gli stampi in una coperta e custodire al caldo (vicino ad un termosifone d'inverno, o comunque al caldo) per diverse ore. Dopo un giorno, sformare il sapone e lasciarlo in un luogo fresco asciutto e arieggiato a essicare per circa due mesi.
SE USI GLI SHAMPOO NATURALI SOLIDI NON HAI BISOGNO DEL BALSAMO PERCHÉ ESSI NON INARIDISCONO I CAPELLI COME INVECE FANNO I TRADIZIONALI SHAMPOO CON TENSIOATTIVI SINTETICI!
OLTRETUTTO NON ABBIAMO ANCORA TROVATO UN BALSAMO DOPO-SHAMPOO REALMENTE ECOLOGICO...

35 commenti:

  1. è possibile usare meno Soda caustica? risulterebbe meno aggressivo.. 100 g sarebbero troppo pochi?

    RispondiElimina
  2. 100 grammi sono davvero pochi su 300 di acqua, il minimo che farei io sono 120 gr: però sconsiglio con questa ricetta di scontare la soda, meglio piuttosto provare ad aumentare l'oliva a 500, diminuendo il cocco a 200, e sostituire 150 di ricino con 150 di olio di mais (ricetta mai provata ma interessante). Però non mi è mai sembrato aggressivo...dipende sempre dai capelli comunque.

    RispondiElimina
  3. Sono molto soddisfatto del sapone che ho fatto, tant'è che ne ho già fatto altro, lo uso sia per i capelli che per il corpo. Sono però un po turbato dai forum in cui sconsigliano il sapone solido per i capelli per via del pH, tuttavia negli shampo che producono schiuma è inevitabile la presenza del Sodium Lauril Solfato ( o simili) il cui uso cronico provoca la caduta ( non in tutte le persone allo stesso modo ) dei capelli.
    Messi questi fatti sul piatto della bilancia non ho intenzione di comprare altri shampo.
    Forse risulta conveniente dare un ultimo risciaquo con un po di aceto : )
    Grazie per aver messo in rete la ricetta
    Saluti

    RispondiElimina
  4. Ciao, solo una curiosità: quale delle ricette hai usato, quella postata o quella che suggerivo nel commento? Hai scontato la soda?
    Riguardo al ph e allo SLES o SLS, anche io credo che non ci siano dubbi su quale dei due sia più dannoso per i capelli: il risciacquo all'aceto aiuta a ristabilire il ph, se però volessi provare un'altro metodo: perchè non rendere liquido lo shampoo solido e poi con l'aiuto di un misuratore di ph provare ad aggiustarlo un po' aggiungendo acido citrico?

    RispondiElimina
  5. : ) di soda ho provato a metterne solo poca di meno, una volta 135 l'altra 130, il primo mi pare vada bene, per il secondo aspetto un po a giudicare. Non ho azzardato meno.
    L'acido citrico... non so mi piace l'idea di mantenerlo solido : )

    RispondiElimina
  6. Ah si nella prova a 130 ho aumentato l'oliva, e diminuito gli altri senza però provare il mais, ormai volevo utilizzare quelli che avevo
    Saluti

    RispondiElimina
  7. horifatto il sapone ma si ammassa e non mi da il tempo di metterlo nelle forme come mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere che le temperature siano state tenute troppo basse? Cmq non buttarlo via, se si è ammassato ed è nella pentola puoi riscaldare la pentola e aggiungere poca acqua (poca poca per volta) fino a che non si sciolga di nuovo e tu lo possa inserire nelle forme. Poca acqua altrimenti non essica e rimane semi-solido.

      Elimina
  8. ciao mi puoi dire la preparazione x lo shampoo di mirto con salvia , e anke shampoo alla menta? grazie:)

    RispondiElimina
  9. Shampoo fatto senza olii essenziali e infuso ma con gli ingredienti della ricetta base. Per noi davvero ottimo !!

    RispondiElimina
  10. Scusa Claudia, mi puoi dire la percentuale di acido citrico per non combinare macelli?

    RispondiElimina
  11. Ciao Claudia..utilizzando la stessa ricetta,variando qualche ingrediente è possibile ottenere lo shampoo liquido? se si,come?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo sperimentando le ricette con cui utilizzare il metodo per ottenere il sapone liquido, e proprio con questo shampoo abbiamo trovato qualche difficoltà: pare che una quantità elevata di olio di ricino (indispensabile negli shampoo) renda il sapone liquido così ottenuto... troppo liquido: la consistenza finale, anche dopo parecchia evaporazione è come quella dell'acqua, quindi davvero poco gradevole, scivola tra le dita e ne va sprecato molto.
      Quindi,fino a nuovi e più soddisfacenti esperimenti, ti consiglo soprassedere...

      Elimina
  12. vorrei una consulenza, ma se io al posto di infuso uso il pantenolo per sciogliere la soda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pantenolo mi sembra che sia una vitamina sensibile sia al calore che al ph troppo basico, quindi sarebbe sprecata...anche al nastro è inutile inserirla perchè ilph del sapone naturale sarà sempre troppo alto...

      Elimina
  13. Claudia mi daresti la ricetta dello shampoo solido a prova di bimbo? immagino bisogna scontare un pò la soda, ma a quanto arrivare per mantenere il lavaggio comunque efficace? Anche ai bimbi bisogna fare il risciacquo con aceto?
    Inoltre, se alla miscela di oli che suggerisci sostituisco tutto con 1 kg di olio evo che succede? Perde potere lavante o semplicemente diminuisce la schiuma e aumenta la bavetta? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, per bimbi piccoli con pochi capellini fini o per i maschietti anche più grandi con i capelli corti, la ricetta più delicata è quella del Cremino (http://www.glialchimisti.com/2010/11/cremino-alla-mandorla.html), oppure, come scrivi tu, un sapone di olio di oliva al 100%. Puoi anche non usare interamente extravergine. Questo perchè la sola differenza tra una ricetta di shampoo e una di sapone da corpo è nella schiuma fine fine e ricchissima che deve avere lo shampoo e nella sua leggerezza (ma è importante solo per i capelli lunghi), cose di cui per un bimbo puoi fare a meno in favore di una maggiore delicatezza.
      Il difetto principale del sapone naturale prodotto senza uso di tensioattivi pronti è nel fatto che brucia gli occhi...pensavo fosse un problema di ph ma anche abbattendolo non cambia nulla, anzi l'acido citrico fà addiritura peggio...quindi per esempio per i miei bambini ho usato il cremino dalla nascita fino a che non hanno avuto un anno, età in cui non stavano più fermi e ubbidienti mentre li lavavo e dunque rischiavano il sapone negli occhi, ora uso il cremino per il corpo, e un sapone dai tensioattivi "artefatti" ma vegetali, per i capelli (quello della weleda); appena rimetteranno la testa a posto (tra poco uno avrà tre anni e mezzo e ci proverò) riprenderò a lavarli con shampoo solidi...

      Elimina
    2. Dimenticavo: puoi scontare fino all'8%.
      Inoltre: per gli uomini con capelli radi o a spazzola vale la stessa cosa che per i bambini, si possono lavare i capelli tranquillamente con un sapone qualunque (meglio se delicatissimo).

      Elimina
    3. grazie, gentilissima! proverò

      Elimina
    4. PS: ma dopo che uso il cremino me lo faccio un bel risciacquo d'aceto? :)

      Elimina
  14. Ciao! e se sostituissi l'infuso di rosmarino e ortica con la birra??cambia sicuramente il tipo di shampoo ma potrebbero esserci delle controindicazioni?devo modificare le quantità di oli e soda? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi essere certo del risultato fai l'altro shampoo solido quello birra e karité, altrimenti prova a sostituire diminuendo l'acqua e lasciando inalterata la soda

      Elimina
  15. Ciao Claudia, come faccio a recuperare un sapone fatto con un litro d'olio, 134 di soda...ma con quasi un litro d'acqua?..grazie...

    RispondiElimina
  16. Ciao! volevo sapere se questo shampoo va bene anche per capelli normali - posso sostituire l'infuso di ortica con camomilla ad esempio? Faccio un piccolo sconto della soda per non "seccare" troppo i capelli al lavaggio?
    Grazie!

    RispondiElimina
  17. Posso fare a meno di utilizzare il cocco e usare solo ricino e oliva se si in quali proporzioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe meglio inserire un grasso saturo... perché una elevata quantità di ricino lo richiede, altrimenti rischi un sapone molliccio e poco durevole, puoi provare a sostituire con burro di cacao...ma davvero non ti garantisco sarà adatto ai capelli come con il cocco...prova, al limite lo usi per il corpo...

      Elimina
  18. Vorrei provare a fare questo olio, va bene per l'olio di ricino: Olio di Ricino - Olio Vettore Puro al 100%; per l'olio di cocco: Olio di Cocco Raffinato - Olio Vettore Puro al 100% ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi provare a fare questo sapone... gli oli che hai scritto vanno bene...un abbraccio buon lavoro!

      Elimina
  19. Ciao, volevo sapere se una volta stagionato è possibile renderlo liquido e aggiustare il ph con dell'acido lattico. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rendere liquido lo shampoo solido è un po' difficoltoso per via della consistenza finale che non è mai perfetta...spesso troppo fluida, o troppo densa. Ma direi che se non pretendi troppo (l'efficacia in fondo rimane invariata!) si può fare. Non ho mai aggiustato il ph di uno shampoo o di un sapone, non ce ne è bisogno, credo che lo sperimenterò in un sapone intimo per chi ha la cistite, ma per il resto non ne vedo l'utilità...sul ph ecco il nostro pensiero esteso: http://www.glialchimisti.com/2014/10/il-ph-del-sapone-naturale.html

      Elimina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE...

L'INGREDIENTE SEGRETO DEL SAPONE: la SODA CAUSTICA (idrossido di sodio) informazioni e rassicurazioni...

È l'ingrediente segreto perchè è il trucco insostituibile perchè l'olio diventi sapone, perchè c'è ma non si vede e non si s...

Seguici! Clicca qui sotto per diventare un lettore fisso del nostro blog!

Google+ Followers

Translate this Blog!